e - BLOG www.studioscalisi.com - www.studioscalisi.com

(+39) 095-437500
(+39) 327-0543695
Vai ai contenuti

Menu principale:

Bonus facciate, ok al restauro dei balconi senza interventi sulle facciate

www.studioscalisi.com
Agenzia delle Entrate: la detrazione del 90% spetta anche per opere accessorie e per le spese tecniche
23/06/2020 – Il “bonus facciate” si applica al restauro dei balconi anche se non si effettuano interventi sulle facciate.
A chiarirlo l’Agenzia delle Entrate nella Risposta 191/2020 in cui aggiunge che risultano detraibili anche le spese sostenute per opere accessorie che servono per l'esecuzione dei lavori.
Bonus facciate: sì restauro dei balconi
L’Agenzia ricorda che gli interventi su balconi o su ornamenti e fregi sono espressamente richiamati dalla norma; anche in una precedente Risposta veniva chiarito che la detrazione spetta per interventi di consolidamento, ripristino, inclusa la mera pulitura e tinteggiatura della superficie, o rinnovo degli elementi costitutivi dei balconi, degli ornamenti e dei fregi.
Di conseguenza, le Entrate specificano che il bonus facciate si applica anche agli interventi di restauro dei balconi senza interventi sulle facciate.
Sono, inoltre, ammessi al “bonus facciate” lavori riconducibili al decoro urbano quali quelli riferiti alle grondaie, ai pluviali, ai parapetti, ai cornicioni e alla sistemazione di tutte le parti impiantistiche che insistono sulla parte opaca della facciata.
Bonus facciate: sì a spese tecniche e opere accessorie
Nella Risposta, viene chiarito che anche le spese sostenute per le opere accessorie che servono per l'esecuzione dei lavori agevolabili, comprese quelle per la direzione lavori e il coordinamento per la sicurezza, la sostituzione dei pluviali, accedono all'agevolazione.
Già nella circolare n. 2/E del 2020 l’Agenzia aveva sottolineato che la detrazione del 90% si applica anche per:
- le spese sostenute per l’acquisto dei materiali, la progettazione e le altre prestazioni professionali connesse, comunque richieste dal tipo di lavori (ad esempio, l’effettuazione di perizie e sopralluoghi, il rilascio dell’attestato di prestazione energetica);
- gli altri eventuali costi strettamente collegati alla realizzazione degli interventi (ad esempio, le spese relative all’installazione di ponteggi, allo smaltimento dei materiali rimossi per eseguire i lavori, l’imposta sul valore aggiunto qualora non ricorrano le condizioni per la detrazione, l’imposta di bollo e i diritti pagati per la richiesta dei titoli abilitativi edilizi, la tassa per l’occupazione del suolo pubblico pagata dal contribuente per poter disporre dello spazio insistente sull’area pubblica necessario all’esecuzione dei lavori).



COS’E’ L’INFORTUNISTICA STRADALE E PERCHE’ RIVOLGERSI A NOI DI STUDIO SCALISI

www.studioscalisi.com
Dagli incidenti stradali spesso scaturiscono problematiche di vario genere e natura, talvolta riguardanti aspetti meramente tecnici, come la determinazione dell'esatta dinamica del sinistro o la quantificazione e relativo risarcimento dei danni ad esso correlati, ma spesso può anche accadere che all'intero dello stesso ambito, ci si trovi d'innanzi a un caso concreto che rinvia a problematiche molto più ampie e complesse che ricomprendono diverse discipline come quelle del diritto, ad esempio basti pensare ai profili penali di un sinistro nel quale si verifichino lesioni personali ovvero alle vicende ereditarie connesse ad un sinistro mortale.



Cosa sono i Droni è quali servizi lo STUDIO SCALISI offre.

www.studioscalisi.com
Ortofoto;Modelli 3D; DTM;GIS;Modelli di propagazione;Video;Report ispettivi, termografici, multispettrali;Ispezione e studio del patrimonio artistico;Agricoltura di precisione; Rilevamenti su terreni, agrari, archeologici, geologici;Edilizia (strutture, tetti, ponti, pilastri, viadotti, dighe, cantieri, avanzamento lavori);Abusivismo edilizio;Palificazioni: linee elettriche, telerilevamenti, perizie ed ispezioni, aerofotogrammetria, perizie assicurative, rilevazioni termografiche;Ispezioni di tetti o pannelli fotovoltaici;Rilievi strutturali all'infrarosso;Fotogrammetria;Perizie fotointerpretative;Verifiche di stato di condotte;Monitoraggio amianto.



COS'E' LA MEDIAZIONE?

www.studioscalisi.com
COS'E' LA MEDIAZIONE?
La mediazione costituisce un metodo alternativo di risoluzione delle controversie (ADR), nel quale un terzo neutrale ed imparziale - il mediatore - facilita la comunicazione tra due o più soggetti, supportandole sia nella ricerca di un accordo amichevole per la composizione della lite tra loro insorta, sia nella formulazione di una proposta per la risoluzione della stessa.
Locazione, Comodato, Affitto d'azienda,Diritti reali,e Divisione, Successioni ereditarie,Patti di famiglia,Risarcimento danni da Responsabilità medica e da Diffamazione a mezzo stampa, Contratti Assicurativi, Bancari e Finanziari,Condominio.



Eredità: tutto quello che devi sapere sulle successioni ereditarie

www.studioscalisi.com
Le successioni ereditarie e la trasmissione dei rapporti patrimoniali
La successione mortis causa è quel fenomeno giuridico secondo il quale, alla morte di un soggetto (che prende anche il nome di “de cuius”: ossia persona della cui eredità si tratta), segue l'estinzione dei rapporti personalissimi, ossia quelli strettamente inerenti alla persona (ad esempio diritto al nome, alla libertà, all'integrità personale etc.) e familiari (potestà genitoriale, matrimonio), mentre i rapporti patrimoniali vengono, normalmente, trasmessi ad altri soggetti, in base a un complesso di regole che prende il nome di diritto ereditario (o successorio)
https://www.studioscalisi.com/successioni-ereditarie-testamentaria-legittima-patrimonio-asse-ereditario-tacita-necessaria-catania-messina-siracusa-ragusa-enna.html





#Conto #termico, dal #GSE il nuovo catalogo apparecchi 2020 Aggiornati gli elenchi per caldaie a condensazione e biomassa, pompe di calore, collettori solari termici, scaldacqua e sistemi ibridi

www.studioscalisi.com
Il GSE ha pubblicato il nuovo Catalogo 2020 degli apparecchi domestici pre-qualificati per la produzione di energia termica che beneficiano degli incentivi del Conto Termico (DM 16 febbraio 2016).
Conto Termico: il Catalogo 2020 aggiornato
Il Catalogo è online nella specifica sezione del sito del Gestore dei Servizi Energetici (GSE): Conto Termico > Documenti > Catalogo e sarà fruibile dal Portaltermico consentendo agli utenti di accedere direttamente al meccanismo incentivante tramite una procedura agevolata.
Sono state aggiornate al 15 gennaio 2020 le sei sezioni del Catalogo Apparecchi, cioè:
- #caldaie a condensazione
- #pompe di calore
- #caldaie a biomasse
- #solare termico
- #scaldacqua a pompa di calore
- #sistemi ibridi
In ogni documento è possibile trovare il prodotto già qualificato con l’indicazione della marca, del modello e delle caratteristiche tecniche (potenza termica, emissioni CO2, ecc).
Il GSE ricorda che il Catalogo sarà aggiornato periodicamente, pertanto, sarà possibile far richiesta di inclusione di nuovi o ulteriori prodotti nelle successive versioni dello stesso secondo le modalità che saranno rese note dal GSE.
SCARICA LA GUIDA EDILPORTALE AL CONTO TERMICO
Conto termico: 109 milioni di euro per il 2020
Il GSE ha aggiornato anche il Contatore del Conto Termico che consente di monitorare l'andamento degli incentivi impegnati attraverso questo meccanismo.
L'impegno di spesa per il 2020 ammonta complessivamente a 109 milioni di euro, di cui 52 milioni ad interventi realizzati da privati e 57 milioni ad interventi realizzati dalla PA di cui 52 mediante prenotazione. I tre importi di incentivi impegnati sono compatibili con i limiti di spesa annui previsti per privati, PA e prenotazioni nel meccanismo pari rispettivamente a 700, 200 e 100 milioni.
L'impegno di spesa per il 2019 del Conto Termico ammonta complessivamente a 264 milioni di euro, di cui 214 milioni ad interventi realizzati da privati e 50 milioni ad interventi realizzati dalla PA di cui 17 mediante prenotazione. I tre importi di incentivi impegnati sono compatibili con i limiti di spesa annui previsti per privati, PA e prenotazioni nel meccanismo pari rispettivamente a 700, 200 e 100 mln.
Dall'avvio del meccanismo ad oggi sono pervenute circa 272 mila richieste di incentivi, alle quali corrisponde un ammontare di incentivi impegnati di 749 milioni, di cui 193 milioni per interventi realizzati dalla pubblica amministrazione e 557 milioni per interventi realizzati da privati.
Conto Termico: in cosa consiste l’agevolazione
Il Conto Termico incentiva interventi per l'incremento dell'efficienza energetica e la produzione di energia termica da fonti rinnovabili per impianti di piccole dimensioni. I beneficiari sono principalmente le Pubbliche amministrazioni, ma anche imprese e privati, che potranno accedere a fondi per 900 milioni di euro annui, di cui 200 destinati alle PA.
Grazie al Conto Termico è possibile riqualificare i propri edifici per migliorarne le prestazioni energetiche, riducendo in tal modo i costi dei consumi e recuperando in tempi brevi parte della spesa sostenuta.
I soggetti che possono richiedere gli incentivi del nuovo Conto Termico sono:
- le Pubbliche amministrazioni, inclusi gli ex Istituti Autonomi Case Popolari, le cooperative di abitanti iscritte all'Albo nazionale delle società cooperative edilizie di abitazione e dei loro consorzi costituiti presso il Ministero dello Sviluppo Economico, nonché le società a patrimonio interamente pubblico e le società cooperative sociali iscritte nei rispettivi albi regionali;
- i soggetti privati. L'accesso ai meccanismi di incentivazione può essere richiesto direttamente da questi soggetti o tramite una ESCO: le Pubbliche amministrazioni dovranno sottoscrivere un contratto di prestazione energetica, i soggetti privati un contratto di servizio energia.
L'accesso agli incentivi può avvenire attraverso due modalità:
- Accesso Diretto: la richiesta deve essere presentata entro 60 giorni dalla fine dei lavori. È previsto un iter semplificato per gli interventi riguardanti l'installazione di apparecchi di piccola taglia (per generatori fino a 35 kW e per sistemi solari fino a 50 m2) nel caso di installazione di componenti con caratteristiche garantite che sono contenuti nel Catalogo degli apparecchi domestici, pubblicato e aggiornato periodicamente dal GSE;
- tramite Prenotazione: per gli interventi ancora da realizzare, esclusivamente nella titolarità delle PA o delle ESCO che operano per loro conto, è possibile prenotare l'incentivo prima ancora che l'intervento sia realizzato e ricevere un acconto delle spettanze all'avvio dei lavori, mentre il saldo degli importi dovuti sarà riconosciuto alla conclusione dei lavori, in analogia a quanto viene attuato per la modalità in Accesso Diretto.
https://www.edilportale.com/news/2020/01/risparmio-energetico/conto-termico-dal-gse-il-nuovo-catalogo-apparecchi-2020_74331_27.html



Scuole, finanziate verifiche di solai e controsoffitti per 65,9 milioni di euro

www.studioscalisi.com
Pubblicato da in scuole solai verifiche ·
Tags: Scuolefinanziateverifichedisolaiecontrosoffittiper659milionidieuro
13/01/2020 - Sono 5.560 le verifiche su solai e controsoffitti delle scuole che il Ministero dell’Istruzione finanzierà con 65,9 milioni di euro.
Sono state, infatti, pubblicate le graduatorie del bando lanciato lo scorso ottobre, che prevedono, in particolare, 1.265 verifiche su edifici di Province e Città metropolitane e 4.295 su strutture scolastiche comunali.
40 milioni di euro saranno utilizzati per le verifiche sui solai e 25,9 milioni di euro serviranno a eseguire i lavori più urgenti. Gli obiettivi sono quelli di verificare lo stato degli edifici scolastici, prevenire fenomeni di crollo di solai e controsoffitti e intervenire poi tempestivamente sulle criticità rilevate per garantire la sicurezza delle scuole.
Le Regioni con il maggior numero di interventi che saranno finanziati sono: Campania (943), Lombardia (568) e Puglia (531)



Fondi europei: in Sicilia bloccati 630 milioni per strade, scuole, servizi e innovazione fonte (il sole 24 0re)

www.studioscalisi.com
Fondi europei: in Sicilia bloccati 630 milioni per strade, scuole, servizi e innovazione
In cinque anni le risorse destinate da Bruxelles per lo sviluppo non hanno trovato sbocco
di Nino Amadore fonte https://www.ilsole24ore.com/art/fondi-europei-sicilia-bloccati-630-milioni-strade-scuole-servizi-e-innovazione-ACVh0c7?fbclid=IwAR39t3UYVADpnHfP5NudDvBHyzOXkVKQrJFSHIIRfZgdM9Xg-x3503omT0w

Li chiamano fondi territorializzati. Sono risorse destinate allo sviluppo dei territori: servono per strade, servizi, scuole, incubatori di imprese, linving lab, efficientamento energetico. Sono, ovviamente, risorse dell’Unione europea e in Sicilia ammontano a oltre 630 milioni. Ma di queste risorse a 5 anni dall’avvio della Programmazione è stato speso poco o nulla. Tanto che ora c’è chi chiede che vengano dirottate altrove ed è subito scoppiato lo scontro in un momento caldo per la programmazione regionale come quello di fine anno con tutti gli uffici impegnati a certificare il più possibile per non perdere risorse. Ci sono sindaci di Comuni rimasti fuori dalle graduatorie delle misure per l’efficientamento energetico degli edifici pubblici che chiedono nuove risorse (quasi 200 milioni) e c’è il direttore generale del dipartimento Energia Tuccio D’Urso che non fa mistero di puntare sulle risorse non spese.

Il paradosso
L’ennesimo paradosso della programmazione dei Fondi europei che, nonostante tutte le attenuanti di cui diremo, certifica in fondo l’incapacità dei territori di cogliere le opportunità in tempi abbastanza rapidi e al passo con i bisogni del sistema i cui protagonisti sono certo i cittadini, ma anche piccole e medie imprese. Ci sono territori in grande difficoltà come quelli inseriti nelle Aree interne che in Sicilia sono cinque (Terre Sicane, Nebrodi, Madonie, Calatino e Simeto-Etna) e hanno una dotazione finanziaria di 155 milioni. 

E ci sono territori un po’ più ricchi, per quanto più ricca possa essere una zona rispetto a un’altra in un’isola condizionata dalla recessione, come quelli inseriti nelle cosiddette Agende urbane il cui ambito è costituito da 18 comuni polo con popolazione superiore a 50mila abitanti (comprese le città metropolitane di Palermo, Catania e Messina i cui interventi sono coordinati con il programma operativo nazionale Città metropolitane): la dotazione finanziaria prevista in questo caso è di 413 milioni. Senza considerare i Gal, i Gruppi di azione locale che abbracciano intere aree omogenee: sono 23 e hanno risorse pari a 62,8 milioni che dovrebbero spendere atrraverso lo strumento del Ccld (Community-lead local development) che fa riferimento a uno sviluppo locale di tipo partecipativo.

Le aree interne
In tutti i casi si tratta di fondi destinati a finanziare progetti frutto di una programmazione dal basso ovvero costruita dagli amministratori locali sulla base delle esigenze dei singoli territori. Un modello voluto dall’Unione europea e dallo Stato che, in particolare, ha scommesso sulle Aree interne con la Sna, la Strategia nazionale per le aree interne appunto. Che l’attuale ministro per il Sud Giuseppe Provenzano punta a potenziare e allargare: «Ci sono alcune misure nella manovra che rispondono a un interesse specifico della Sicilia - ha detto qualche settimana fa il ministro nel corso di una sua visita a Palermo -: una di queste misure è il raddoppio della strategia nazionale per le aree interne che consentirà anche alle aree interne che sono rimaste fuori da una prima individuazione che era stata fatta di rientrare nella strategia che deve passare da una fase di sperimentazione a diventare una vera e propria politica. In Sicilia siamo indietro. Ma accanto a occuparci di servizi bisogna riscoprire una vocazione produttiva di quei luoghi: in alcuni casi è stato fatto, bisogna farlo anche con le altre aree».

Il nodo della programmazione
Tutto bene in linea teorica. Perché poi quando si scende sul concreto le cose si fanno parecchio complicate perché spesso i comuni interessati non sono in condizione di pensare a una programmazione di lungo periodo e non sono mancati i casi di amministratori locali che hanno paralizzato l’avanzamento dell’iter per questo o quell’interesse particolare. Con un’aggravante, sottolineata dall’Asael in una relazione consegnata alla Commissione Ue dell’Assemblea regionale siciliana guidata da Giuseppe Compagnone: «La scarsa capacità dei soggetti beneficiari a sviluppare una buona progettualità. In particolare progettare interventi coerenti con una programmazione integrata delle politiche che apporti benefici non solo ai diretti beneficiari degli interventi. A questo si aggiunga la scarsa, per non dire inesistente, capacità dei comuni di avere progetti esecutivi o cantierabili tali da raggiungere il punteggio minimo per accedere ai finanziamenti». In fondo l’Asael certifica l’incapacità di enti locali in grande difficoltà anche sul piano finanziario: «Ben 200 piccoli comuni rischiano il crac finanziario» denuncia il sindaco di Palermo Leoluca Orlando che è anche presidente dell’Anci Sicilia che rilancia: «Serve una assistenza tecnica dedicata ai comuni, che li aiuti a fare e a portare avanti i progetti». Assistenza tecnica che, però, nelle ultime settimane è finita sotto accusa: «Mentre ci sono regionali che per poco più di mille euro al mese svolgono mansioni superiori, la Regione paga consulenti fino a 440 euro al giorno senza neanche riuscire a spendere i fondi Ue - si legge in un comunicato sindacale firmato da Sadirs, Cobas-Codir, Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl -. L’amministrazione aggiudica una gara per una cifra pari a 21 milioni di euro per 5 anni, e nonostante tutto non è riuscita a spendere i fondi Ue. Avrebbe potuto e dovuto, invece, puntare sulle professionalità dei dipendenti regionali con una strategia di valorizzazione e riclassificazione e con corsi mirati all’utilizzo di fondi europei».

2 gennaio 2020

   Unione Europea
   Sicilia
   Sicilia
   Sicilia
   commissione UE

   Salva
   1Commenta

Il meglio di 24+

   1

   previdenza
   Pensioni, da quota 100 agli assegni d’oro: la mappa di aumenti e tagli nel 2020
   2

   infrastrutture
   L’Italia sta diventando l’hub elettrico europeo. Investimenti per 6,2 miliardi
   3

   mercati
   Mercati 2020, perchè la grande incognita è sull’obbligazionario
   4

   inchiesta
   Perché la ’ndrangheta è diventata una delle mafie più potenti del mondo
   5

   VERSO IL VERTICE DEL 7 GENNAIO
   Cosa resterà di Quota 100 e Reddito di cittadinanza nel 2020

Di diverso avviso, ovviamente, l’Autorità di gestione dei fondi 2014-2020 al cui vertice si trova Dario Tornabene. Perché se è pur vero che le cosiddette misure territorializzate sono in forte ritardo è anche vero, sostengono dalla regione, che il 2020 sarà l’anno della svolta: «Non bisogna dimenticare - spiega Tornabene - che si tratta di una sperimentazione e che come tale molti passaggi sono stati verificati per la prima volta. È in una fase speriemtale per esempio la Snai, la Strategia nazionale per le aree interne, che sta facendo passi avanti. Va sottolineato il fatto che queste azioni sono volute dall’Unione europea e sono inserite a pieno titolo nel programma approvato dalla commissione».

La contesa delle risorse
Un modo diplomatico e garbato per chiudere una polemica con chi vorrebe dirottare le risorse su altre misure. Numeri alla mano dal dipartimento della Programmazione della Regione siciliana rispondono che, per esempio sulle aree urbane, ci sono avvisi predisposti per 327 milioni e fondi prenotati dai comuni per 100 milioni. Numeri che, però, necessitano di una spiegazione tecnica: gli avvisi sono fatti dai dipartimenti regionali, ma poi sono i comuni che devono fare le gare vere e proprie e quindi i bandi e per farlo prenotano i fondi. Ecco il perché della differenza: conta ovviamente la prenotazione dei fondi che è passaggio preliminare per avviare i progetti. Dopo anni di riunioni e confronto alcuni comuni cominciano a vedere la luce in fondo al tunnel ovvero la possibilità di finanziare le azioni e gli interventi che hanno programmato e tra questi anche interventi di efficientamento energetico degli edifici pubblici: «Sono soldi loro, attribuiti dal programma operativo ai comuni che rientrano in determinate aree. Non è possibile in alcun modo dirottare altrove queste risorse: non si può stravolgere così il programma. Quella indicata sembra una via troppo semplicistica» spiegano dal dipartimento Programmazione. «Noi - dice Compagnone - abbiamo preso atto che spesso, per i Fondi europei, le procedure sono troppo lunghe e complesse. Oltre alle difficoltà oggettive delle amministrazioni locali. Ecco perché io suggerisco di semplificare da un lato le procedure e di contrattare con l’Unione europea per far sì che sia finanziata anche la progettazione. Ma soprattutto faccio un appello: serve un grande accordo tra le istituzioni perché altrimenti non ne veniamo fuori».



Scuole, strade, efficienza energetica: le risorse in arrivo per gli Enti locali

www.studioscalisi.com
Messa in sicurezza edifici e territorio: 8,75 miliardi di euro
27/12/2019 - Efficienza energetica, rigenerazione urbana, sicurezza di scuole, strade e territorio, sostegno alla progettazione e asili nido. Su questi capitoli di spesa la Legge di Bilancio per il 2020 convoglia risorse a favore dei Comuni, Province, Città Metropolitane e Regioni.
Saranno assegnati ai Comuni contributi per investimenti relativi a opere pubbliche di messa in sicurezza degli edifici e del territorio. Tra questi sono incluse anche le opere per l’efficientamento energetico degli edifici. Lo stanziamento per la realizzazione di questi obiettivi ammonta a 8,75 miliardi di euro: 350 milioni di euro per l’anno 2021, di 450 milioni di euro per l’anno 2022, di 550 milioni di euro annui per ciascuno degli anni dal 2023 al 2025, di 700 milioni di euro per l’anno 2026, di 750 milioni di euro annui per ciascuno degli anni dal 2027 al 2031, di 800 milioni di euro annui per ciascuno degli anni 2032 e 2033 e di 300 milioni di euro per l’anno 2034. Non si tratta di una misura completamente nuova, ma dell’incremento delle risorse già previste con la Legge di Bilancio 2019 per inserire gli interventi di efficientamento energetico.

Efficienza energetica: 2,5 miliardi di euro
Per cinque anni, dal 2020 al 2024, i Comuni riceveranno 500 milioni di euro all’anno per interventi di efficientamento energetico e sviluppo sostenibile. Le risorse finanzieranno le opere pubbliche per l’efficientamento dell’illuminazione pubblica, il risparmio energetico degli edifici pubblici, compresi quelli di edilizia residenziale, l’installazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili, la mobilità sostenibile, l’adeguamento e la messa in sicurezza delle scuole, degli edifici pubblici e del patrimonio comunale e l’abbattimento delle barriere architettoniche. Le risorse saranno proporzionali alla popolazione dei Comuni. Si partirà da 50mila euro per i Comuni con popolazione inferiore o uguale a 5mila abitanti per arrivare a 250mila euro per i Comuni con popolazione superiore a 250mila abitanti.

Progettazione: 2,8 miliardi di euro
I Comuni potranno richiedere contributi nel limite di 85 milioni di euro per l’anno 2020, di 128 milioni di euro nell’anno 2021, di 170 milioni di euro per l’anno 2022 e di 200 milioni di euro annui per ciascuno degli anni dal 2023 al 2034. Le risorse copriranno i costi della progettazione definitiva ed esecutiva relativa ad interventi di messa in sicurezza del territorio dal rischio idrogeologico, messa in sicurezza ed efficientamento energetico di scuole ed edifici pubblici, messa in sicurezza di strade.

Asili nido: 2,5 miliardi di euro
Sarà istituito, presso il Ministero dell’interno, un fondo da 100 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2021 al 2023 e 200 milioni di euro annui per ciascuno degli anni dal 2024 al 2034 per opere pubbliche di messa in sicurezza, ristrutturazione o costruzione di edifici di proprietà dei Comuni destinati ad asili nido.

Rigenerazione urbana: 8,5 miliardi di euro
Per ciascuno degli anni dal 2021 al 2034, saranno assegnati ai Comuni contributi per investimenti in progetti di rigenerazione urbana, volti alla riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale, nonché al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale ed ambientale, nel limite complessivo di 150 milioni di euro nell'anno 2021, 250 milioni di euro nell'anno 2022, 550 milioni di euro per ciascuno degli anni 2023 e 2024 e 700 milioni di euro annui per ciascuno degli anni dal 2025 al 2034.

Sviluppo sostenibile e infrastrutturale: 4 miliardi di euro
Presso il Ministero dell’Interno sarà istituito un fondo a favore dei Comuni con una dotazione di 400 milioni di euro all’anno per ciascuno degli anni dal 2025 al 2034. Il fondo finanzierà gli investimenti per lo sviluppo sostenibile e infrastrutturale del Paese, in particolare nei settori di spesa dell'edilizia pubblica, inclusa manutenzione e sicurezza ed efficientamento energetico, della manutenzione della rete viaria, del dissesto idrogeologico, della prevenzione rischio sismico e della valorizzazione dei beni culturali e ambientali. Viene ricalcata un’iniziativa già avviata con precedenti leggi di Bilancio.

Manutenzione delle strade: 5 miliardi di euro
Per il finanziamento degli interventi relativi a programmi straordinari di manutenzione della rete viaria di Province e Città Metropolitane è autorizzata la spesa di 120 milioni di euro per il 2018, di 300 milioni di euro per l'anno 2019, 350 milioni di euro per l'anno 2020,400 milioni di euro per l'anno 2021, 550 milioni di euro annui per ciascuno degli anni 2022 e 2023 e 250 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2024 al 2034. La misura allunga i termini e amplia le risorse già stanziate per la stessa finalità con la legge di Bilancio per il 2019.

Messa in sicurezza di strade e scuole: 3,45 miliardi di euro
Per il finanziamento degli interventi relativi ad opere pubbliche di messa in sicurezza delle strade e di manutenzione straordinaria ed efficientamento energetico delle scuole di Province e Città Metropolitane è autorizzata la spesa di 100 milioni di euro per ciascuno degli anni 2020 e 2021 e di 250 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2022 al 2034.

Sicurezza ed efficienza energetica: 5,6 miliardi di euro
Alle Regioni a Statuto ordinario saranno assegnati 5,6 miliardi di euro: 135 milioni di euro per ciascuno degli anni 2021 e 2022, di 335 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2023 al 2025, di 470 milioni di euro per l’anno 2026, di 515 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2027 al 2032, di 560 milioni di euro per l’anno 2033 e di 200 milioni di euro per l’anno 2034. Le risorse finanzieranno la realizzazione di opere pubbliche per la messa in sicurezza degli edifici pubblici e del territorio, la viabilità, la messa in sicurezza e sviluppo di sistemi di trasporto pubblico, anche con la finalità di ridurre l’inquinamento ambientale, la riconversione energetica, lo sviluppo di infrastrutture sociali e le bonifiche ambientali. Lo stanziamento non è completamente nuovo: la Legge di Bilancio 2020 incrementa di più di 2 miliardi le risorse messe a disposizione con la scorsa Legge di Bilancio.

Cortina 2026: 3 miliardi di euro
Le Legge di Bilancio stanzia 3 milioni di euro (1 milione per ciascuno degli anni 2020, 2021 e 2022) per la riqualificazione della viabilità funzionale allo svolgimento delle Olimpiadi invernali Milano-Cortina del 2026 e, in via prioritaria, per la messa in sicurezza della strada provinciale 72.



Zone economiche speciali, governo approva la proposta integrativa (Regione Siciliana)

www.studioscalisi.com
Pubblicato da in aggiornamenti regionali regione sicilia ·
Tags: #regione#sicilia#zes#lavoro#musumeciCaltavuturoPartinicoPalmadiMontechiaroMisilmeriSalemiCampofelicediRoccellaCustonaciRavanusaCalatafimiCinisiGibellinaeSerradifalco
«Ancora un passo avanti per la definitiva istituzione delle due Zone economiche speciali siciliane. Il governo regionale ha infatti approvato la proposta integrativa al Piano di sviluppo strategico delle Zes, attribuendo agli enti locali, risultati idonei, la superficie non ancora assegnata dopo la prima identificazione e delimitazione». Lo annuncia il presidente della Regione Nello Musumeci.

L'ulteriore ripartizione arriva dopo il via libera, ad agosto scorso, del Piano relativo alle Zes della Sicilia occidentale e orientale, con i quali erano stati attribuiti 5.118 ettari rispetto al totale assegnato alla Sicilia di 5.580. La parte restante di 462 ettari è stata assegnata attraverso una manifestazione pubblica, riservata a quei i Comuni i cui territori non erano già inclusi nella delimitazione precedente.

«Si tratta - prosegue il governatore - di una straordinaria opportunità per creare sviluppo e un'economia forte nei nostri territori, anche per tentare di colmare il gap che, purtroppo, ancora esiste tra Nord e Sud. Una grande occasione per offrire alle aziende, che vogliono investire, condizioni vantaggiose attraverso il credito d'imposta, gli sgravi fiscali, le agevolazioni sul lavoro e gli ammortamenti. Abbiamo messo a punto questo strumento con il coinvolgimento di tutti i soggetti interessati, dopo che il precedente governo lo aveva praticamente ignorato».

All'avviso, pubblicato dal dipartimento regionale delle Attività produttive, i Comuni siciliani hanno candidato 73 aree. Di queste 43 sono state dichiarate idonee dalla commissione di valutazione, che ha tenuto conto anche delle zone interessate da interventi di riconversione e anche delle numerose richieste di rimodulazione in diminuzione giunte da alcuni Comuni.

La commissione ha così attribuito alle aree idonee 417,93 ettari - 173,56 alla Zes Sicilia Occidentale e 244,37 alla Zes Sicilia Orientale - lasciando non assegnati 44,07 ettari.

Nella Zes Sicilia occidentale entrano così aree dei Comuni di Caltavuturo, Partinico, Palma di Montechiaro, Misilmeri, Salemi, Campofelice di Roccella, Custonaci, Ravanusa, Calatafimi, Cinisi, Gibellina e Serradifalco.
A Oriente, invece, vengono ammesse le richieste deiComuni di Avola, Militello in Val di Catania, Carlentini, Vittoria, Francofonte, Solarino, Scordia, Floridia, Vizzini, Acireale, Rosolini, Pachino, Troina, Lentini, Palazzolo Acreide, Ragusa, Niscemi, Gela, Mineo e Messina.

Grazie alle superfici non assegnate, la Cabina di regia ha potuto recuperare e includere nelle rispettive Zes di competenza tre aree indicate dalle Autorità portuali e altre due industriali: Porto Empedocle, il porto dell'Arenella a Palermo, Augusta, l'area del consorzio Asi di Caltagirone e la zona di San Cataldo, scalo appartenente al Comune di Caltanissetta.

Estremamente soddisfatto l'assessore alle Attività produttive Mimmo Turano, che ha coordinato l'intera attività.
«Ad agosto - spiega - avevamo promesso tempi celeri per l'assegnazione della quota integrativa e, grazie allo straordinario lavoro della Cabina di regia, della commissione incaricata per la valutazione e della disponibilità e sensibilità degli enti locali, oggi non solo siamo in grado di redigere la proposta integrativa ai Piani di sviluppo strategico delle due Zes, ma di inviare tutto in brevi tempi a Roma al dipartimento per le Politiche di coesione. Stiamo facendo di tutto perché il 2020 possa essere l'anno dell'istituzione delle Zes siciliane».
L'intera istruttoria, preparata a costo zero dalla Regione Siciliana, è dunque pronta per l'importante passaggio romano che si concluderà alla presidenza del Consiglio dei ministri, cui spetterà il compito di istituire le Zes siciliane con apposito decreto.

fonte:http://pti.regione.sicilia.it/portal/page/portal/PIR_PORTALE/PIR_IlPresidente/PIR_Archivio/PIR_Zoneeconomichespecialiapprovatapropostaintegrativa



Articoli per mese
Nuvole
Tecnologia scuole solai verifiche Droni Varie termografia #fondi #europei #scuole #servizi #innovazione #strade #Terre , #Nebrodi, #Madonie, #Calatino e #Simeto-#Etna #Città metropolitane #crac #finanziario #etna #soprintendenza #paese #rispetto della #normativa #concessione #edilizia #sanatoria Rilievi topografici angelo scalisi engineering LIC15, SAPR,DRONI,NORMATIVA,VOLO, DJI,YUNECC Droni protezione civile droni enac Disbrigo pratiche PARCHI, TURBINE GENERATORI EOLICI EOLICO PANNELLO SOLARE TERMICO INSEGUIMENTO TESLA ag delle entrate connotati certi fisco beneficiari, detrazione, irpef, ires nuovo codice strada riforma sanzioni cellulare conducente passeggero cinture sicurezza moto casco limitazioni guida neopatentati parcheggi rosa disabili notifica scooter autostrada patente libretto ciclisti classi merito aziende passaggio proprietà furto veicolo handicap pec #non invasivo #ricercadel #guasto in #condominio #mattoni #isolante #integrato #normablok #poroton #muratura #meccaniche #termiche #igrometriche #acustiche #tris #iso ecobonus bonus ristrutturazioni Patuanelli incentivi detrazioni fiscali lavori casa ministro sviluppo economico Confedilizia green new deal governo ambiente giuseppe conte #ars #regione #sicilia #zone #franche #montane #usucapione #articolo di #codice detrazioni isolamamento tubazioni #enea drone technology MRO aircraft inspections Laser scanner #suolo #cementificazione #deforestazione #Rischio #totale #Pericolosità #naturale #Vulnerabilità #natura #Valutazione #pericolosità #movimento5stelle #conte #salvini #immigrazione #innovazione #ricerca #agricoltura 4.0 #finanziamenti 25 #milioni di #euro Catasto on-line Aci Castello ,Bronte ,Calatabiano, Caltagirone, Camporotondo Etneo, Castel di Iudica Castiglione di Sicilia, CATANIA, Fiumefreddo di Sicilia, Giarre, Grammichele , Gravina di Catania, Licodia Eubea, Linguaglossa, Maletto, Maniace, Mascali, Mascalucia, Mazzarrone, Militello in Val di Catania, Milo, Mineo, Misterbianco, Motta Sant'Anastasia, Nicolosi, Palagonia, Paternò, Pedara, Piedimonte Etneo, Raddusa, Ragalna, Ramacca, Randazzo, Riposto, San Cono, San Giovanni la Punta, San Gregorio di Catania, San Michele di Ganzaria, San Pietro Clarenza, Sant'Agata li Battiati Sant'Alfio, Santa Maria di Licodia, Santa Venerina, Scordia, Trecastagni, Tremestieri Etneo, Valverde, Viagrande, Vizzini, Zafferana Etnea #IoT,#internet #of #things #edilizia #idraulica #ricercadelguasto #smart #green #assicurazioni #termografia #riparazione #cloud #wifi termografia #impianto #pavimento #radiante #caloriferi #spesa #droni #società #mondo #acquisti #hardware #droni consumo #droni di servizio #commercial drone #consumer drone #spending #smash #hardware purchases #control applications #services #education #training, #companies #free connectivity Italia indice i italia index attics verifiche Droni res-ingresso fallimentare asta Cadastre e conservator #fireproofing #facei online #ecobonus #ecobonus #condomination #sismabonus #antismic #antismic #cession #antismic #credit #fiscal #bonusverde #restructuring #mobiles #mobiles GPS #soil #cementification #deforestation #deforestation #Risk #Risk #total - #nature Hazard #natural #Valuation -#count #salvini #immigration handicap pec - cadastre - #ma accatastati #house #mattoniforati #house #house #buillding #buildings #building #architecture #thatswhysicily #stairs #scale #construction #architecture #architecture #architecture #architecture #energy #alternative #eolian #wall #photography #architect #geometra #architecture #bandalarga #bandalarga #bandalarga #bandalarga #energy pulire #greenenergy #bandalarga #photovoltaic #energiarinnovabile #randazzo #sicily #thermal #solar #opificio #fibra #bandalarga #bronte #fondo #salva #opere #termine #assegnazione #risorse movimento 5 stelle salvini indagato conte governo catania castglione di sicilia vino vinitaly casa ristrutturazione 110%, bonus, facciatte,balconi,conto,termico,enea,cappotto,Ape,Attestazione,prestazione, energetica,restauro,grondaie, ai pluviali, ai parapetti, ai cornicioni,direzione lavori e il coordinamento per la sicurezza,l’acquisto dei materiali, la progettazione e le altre prestazioni professionali connesse, comunque richieste dal tipo di lavori,agenzia,delle,entrate Chi siamo #resto al #sud regione #sicilia #meridione #calabria #basilicata #puglia Termografia carmelo scalisi catasto frazionamento Droni riconfinamento asta fallimentare bonus ristrutturazioni 2019 scalisi importo lavori detrazione DETRAZIONI PORTE,DETRAZIONI fininestre, detrazioni riscaldamento,detrazioni pellet,detrazioni legna,detrazione combustibile ,detrazione 2019,detrazione regione sicilia,detrazione governo Edilizia Dove operiamo Gestione sinistri mortali,#Messa in mora, #C.T.P. (Consulenza Tecnica di Parte) Risarcimento economico diretto, da parte delle compagnie assicuratrici onerate #Ricostruzione cinematica e dinamica di incidenti stradali #Verifica della compatibilità dei danni con la dinamica del sinistro Perizie estimo-tecniche su veicoli e imbarcazioni #Valutazioni commerciali certificate #Verifica del nesso di causa tra il danno e vizio del veicolo,#Valutazione della sussistenza di insidie Ristrutturazioni edilizie agevolazioni fiscali recupero patrimonio edilizio singole unità abitative parti condominiali agevolazione IVA regole detrazioni droni , market , futuro , smart, nuove, tecnologie , india, cina , stati uniti, jeff bezos , trump infrastructure management approximately # Hyundai #huber #ces2020 #mobilità #urbairmobility #mobilità #trasportourbano #volo # Las Vegas # l'S-A1, prototipo #angeloscalisi Tecnologia CATANIA MESSINA SIRACUSA PALERMO aggiornamenti regionali regione sicilia Locazione, Comodato, Affitto d'azienda,Diritti reali,e Divisione, Successioni ereditarie,Patti di famiglia,Risarcimento danni da Responsabilità medica e da Diffamazione a mezzo stampa, Contratti Assicurativi, Bancari e Finanziari,Condominio. #normativa #abusi #edilizi #noleggio #macchine da #cantiere #responsabile #randazzo #bagni #detrazionefiscale #detrazione #ristrutturazione #droni #parcella Catasto e Conservatoria on-line #bonus ,#installazione,mobili #2020 Droni museo laser scanner realtà aumentata futuro #facciataventilata #facciata #motoconvettivo #effettocamino #intercapedine #circolazionenaturale #rivestimento #etna #migliore #consulenza 3270543695 eredità successioni Il diritto ereditario Capacità a succedere e indegnità Successione ereditaria cosa fare La dichiarazione di successione Successione ereditaria: le fasi L'accettazione dell'eredità Tipologie di accettazione L’accettazione con beneficio d’inventaria La successione necessari parecchi 2020 Aggiornati gli elenchi per caldaie a condensazione e biomassa, pompe di calore, collettori solari termici, scaldacqua e sistemi ibridi Edilizia e Riqualificazione Ortofoto;Modelli 3D; DTM;GIS;Modelli di propagazione;Video;Report ispettivi, termografici, multispettrali;Ispezione e studio del patrimonio artistico;Agricoltura di precisione; Rilevamenti su terreni, agrari, archeologici, geologici;Edilizia (strutture, tetti, ponti, pilastri, viadotti, dighe, cantieri, avanzamento lavori);Abusivismo edilizio;Palificazioni: linee elettriche, telerilevamenti, perizie ed ispezioni, aerofotogrammetria, perizie assicurative, rilevazioni termografiche;Ispezioni di tetti o pannelli fotovoltaici;Rilievi strutturali all'infrarosso;Fotogrammetria;Perizie fotointerpretative;Verifiche di stato di condotte;Monitoraggio amianto. #Scuole, #strade, #efficienza #energetica: le #risorse in arrivo per gli #Enti #locali #regione #sicilia #consulenza #legge di #bilancio #messa in #sicurezza di #edifici e #territorio #Schools, #roads, #energy #efficiency: the #resources arriving for the #locals #region #sicily #consultancy #budget law # putting in #security of # buildings and #territory GAL Sicani contributi fondo perduto itinerari turistici azioni marketing territoriale procincia Palermo Agrigento Droni terremoto sicilia fleri acireale catania chiesa zafferana etnea più colpita dispersi tecnici professionisti abilitati pilota drone aree critiche pennisi Po Fesr, #Sicilia #target #spesa #certifcata #2019 #2020 #2021 #finannziamenti #fondo #perduto #iorestoalsud #sud #isole #minori #buone #pratiche #edilizia #inail #concorso #nazionale #salute #sicurezza #lavoro #cantieri #prevenzione #rischio #infortuni #malattie #imprese #iscrizione #premi #bonus #facciate #ecobonus #antincendio #condominio #sismabonus #antisismici #cessione #credito #detrazione #fiscale #ristrutturazioni #bonusmobili #bonusverde Banda larga antenna 5g vodafone tim wind poste mobile alta velocità connessione #conto #termico #errori #gestione #bonifici #fotografie #errata #progettazione #catasto #accatastati #casa #mattoni #mattoniforati #house #buillding #buildings #edilizia #architettura #thatswhysicily #edificio #costruzione #scale #stairs #architecture #geometra #architect #photography #muratura #bandalarga #eolico #energiaalternativa #energiapulita #greenenergy #bandalarga #fibra #opificio #rendita #5G #solare #termico #sicilia #bronte #randazzo #energiarinnovabile #fotovoltaico #accatastamento #stacking #energiameccanica #turbinaeolica #offshore #combustibilifossili #Minieolico #microeolico Termografia #termografia #ricerca del #guasto #perdita #cattiva #manutenzione #condominio #intervenire #grazie alla #assicurazioni #consulenza dott. angelo scalisi Decreto Crescita Gazzetta Ufficiale polizza decennale postuma obbligatoria costruttore immobile stipulare acquirente difetti costruzione terzi problemi costruttivi dieci anni art. 1669 codice civile obbligo ricerca del guasto perdita condominio contenzioso catania adrano bronte randazzo dott scalisi angelo intervento immediato idraulico onda sturatubi stura tubi asse wc stura fogne stura wc sonda sturatubo lavandino pozzetto ricambi trivella lavandino legno ventose dck group iropultrice sturatubo avviatore buster asse legno lavandino stura lavandini flessibile scarico lavandino canalizzazione aria tubo sturatubi sonde stura fogne pulizia fogne trivella idraulica GPS Topografia comitato banda ultra larga voucher connettività italia indice desi stati ue digitalizzazione mise barbara lezzi luigi di maio Varie dissesto idrogeologico morfologico etna nebrodi madonie monti peloritani monti iblei monti sicani degrado umane abusivismo ediliza selvaggia acqua sottosuolo invasivo mancanza di manutenzione #agevolazioni #2019 #imprese #liberiprofessionisti Varie appalto sapr droni ids Mediazione civile #efficienza #energetica #comuni 522 milioni di euro mille proroghe normativa Tecnologia monitoraggio droni sicurezza lavori pubblici ponte morandi ispezione innovazione, sociale, volontariato,sud, regione sicilia,bando,bandi,promozione,resto al sud,istruzione,green economy,comprasiciliano, meridione elettrico colonnina obbligo nuove certificazione nuovo APE INFRASTRUTTURA #RICONFINAZIONE #CATASTO #PERMANENTE #PROPRIETA' VERTICI TRIGONOMETRICI #PICCHETTAMENTO #CODICE CIVILE Varie dji matrice c210 rtk droni Avvocato droni sicurezza nuove regole ue 2019 2020 Rlievi Drone #concessione #demaniale #marittima #estensnione #della #validità #demanio #regione #sicilia #catania #playa linea vita progetto progetto-lineavita tirante aria quota sicurezza eliminazione effetto pendolo cadute oltre gronda catania bronte cavi cavo in acciaio intrecciato Rilievi topografici
© Copyright 2007-2020 by www.studioscalisi.com - GEOM. ALFREDO SCALISI - GEOM. DOTT. CARMELO SCALISI - GEOM. DOTT. ANGELO SCALISI
P.IVA 03721260879
Torna ai contenuti | Torna al menu